FAQ

Domande frequenti | FAQ

I cani si possono tosare in inverno?

Il pelo del cane richiede impegno e cure costanti. La gestione del mantello è sempre un problema individuale e non è possibile generalizzare. Antonella e Ivana sono sempre a disposizione per aiutare i clienti a gestire nel miglior modo le condizioni igienico-sanitarie ed estetiche del mantello del proprio amico a quattro zampe studiando la giusta toelettatura in base alle condizioni di vita del cane, alla quantità di tempo che il padrone riesce a dedicargli ed in base ad eventuali esigenze particolari modulando l’intervento anche in base alla stagione.

Esiste un prodotto che scioglie i nodi?

Il prodotto “miracoloso” che risolva il problema dei “nodi” non esiste. Esistono buoni prodotti il cui effetto rimane momentaneo se non è associato ad una costante e quotidiana cura del pelo. Alcuni mantelli sembrano irrimediabilmente annodati ma un buon prodotto districante, come quelli che noi usiamo e consigliamo ai nostri clienti, può risolvere il problema se associato, come detto, ad una quotidiana spazzolata. Antonella ed Ivana potranno comunque gestire in modo professionale ogni problema in questo campo.

Si tagliano le unghie a cani e gatti?

In cani e gatti, e generalmente nei quadrupedi, la limatura delle unghie dovrebbe avvenire spontaneamente durante la deambulazione per lo sfregamento delle stesse sul terreno. Spesso, però, i nostri amici camminano sui pavimenti duri e “lucidi” delle nostre case. Tali superfici non risultano sufficientemente abrasive sulle unghie e quindi è necessario periodicamente tagliarle e limarle.

Il mio cane ha un l'alito molto cattivo

I cani non si lavano i denti, e questo, a lungo andare, conferisce all’alito un cattivo odore. Si possono spazzolare i denti dell’animale almeno due volte alla settimana ma stando ben attenti a non usare il dentifricio per umani poiché sarebbe ingerito e quindi nocivo per la salute. In alternativa è possibile usare prodotti spray che noi utilizziamo in salone e vendiamo ai nostri clienti.

Con che frequenza si devono lavare cani e gatti?

Un tempo i veterinari consigliavano non più di un bagno all’anno poiché veniva utilizzato il solo sapone di Marsiglia e non erano disponibili prodotti tecnologicamente evoluti. Attualmente il mantello del cane può essere lavato anche settimanalmente ma solo se vengono usati prodotti adeguati di altissima qualità come quelli che noi utilizziamo giornalmente nel nostro Salone. La frequenza del lavaggio dipende dalla vita che fa il cane (a casa o all’aperto), dall’ambiente che lo circonda (bambini, anziani) e dalle possibilità oggettive che ha di sporcarsi (intensa attività di caccia o di lavoro). Nel nostro salone ci prendiamo cura anche di esigenze particolari come quelle dei cani da concorso che necessitano di un impegno ed una cura estetica costanti. Contrariamente a quello che normalmente si pensa, anche i gatti possono e, anzi, si devono lavare. L’animale va abituato fin da piccolo all’incontro con l’acqua e a lavaggi periodici. La frequenza va modulata in base a quanto già detto per il cane tenendo presente che l’igiene del mantello del gatto è forse più importante per la sua salute. Infatti fisiologicamente lui si “lava” leccandosi il pelo ed ingerendolo. Matasse di pelo ingerito possono provocare disturbi. Costanti lavaggi ed igiene del mantello permettono di eliminare grandi quantità di pelo morto riducendo il rischio di problemi intestinali.